Pannelli fotovoltaici sunprime

Pannelli fotovoltaici, conviene veramente pagare per un impianto?

Contenuti dell'articolo

Investire in energia solare: qual è il ritorno ad euro investito 

Per prima cosa, ricordiamo che installare pannelli fotovoltaici vuol dire fare del bene alla comunità perché si contribuisce a ridurre le emissioni di Co2.

In seconda battuta.
Inoltre i pannelli fotovoltaici di ultima generazione offrono un rendimento di qualità duratura per un arco di tempo di almeno 30 anni. Questo significa che ogni euro investito nel fotovoltaico può produrre un ritorno cumulativo di almeno cinque volte l’investimento iniziale. Per riuscire a ottimizzare il profitto è bene individuare la soluzione su misura

Che cosa fa aumentare il guadagno da investimento nel solare

Ci sono tre novità nelle installazioni di pannelli fotovoltaici che possono far aumentare il risparmio energetico e quindi il risparmio in generale. 

Il primo punto da sapere se si vuole investire in pannelli fotovoltaici riguarda i prezzi degli accumulatori, le batterie che permettono di accumulare energia per utilizzarla in un secondo momento, è calato. 

Il secondo punto è che sul mercato oggi ci sono gli ottimizzatori. Si tratta di dispositivi intelligenti che aumentano la resa dell’impianto del 20-25 per cento. 

Infine, la terza novità riguarda una nuova tendenza del mercato del fotovoltaico che viene molto spesso abbinato alla pompa di calore. Grazie a quest’ultima è possibile produrre acqua calda, riscaldare in inverno e rinfrescare d’estate, praticamente gratis. 

Parliamo di costi

Un impianto domestico di circa 3kW ha un costo medio di circa 6mila euro che, ricordiamo, con le detrazioni al 50 per cento, diventano 3mila euro effettivi. Per quanto riguarda invece le industrie e i terreni, ovviamente, dipende dalle singole esigenze e dall’estensione in metri quadrati. 

Un punto fondamentale da sapere quando si fa questo investimento è di evitare di investire in un impianto sovradimensionato, ossia troppo grande rispetto alle reali necessità. 

Il risparmio mensile in bolletta è alto

Per comprendere meglio la spesa che si sostiene bisogna pensare che un impianto solare genera beneficio in due modi. Il primo è un risparmio mensile in bolletta di circa 80-100 euro, che significa circa 1000 euro l’anno. Il secondo modo è il risparmio che deriva dai proventi per la cessione automatica di energia attraverso lo scambio sul posto.

Ricordiamo che Sunprime si occupa di mettere a rendita il vostro tetto producendo l’elettricità necessaria e ricavando un guadagno dalla vendita di quella in eccesso. Dopo le opportune verifiche del caso, Sunprime opziona il tetto garantendo uno sconto del 40 per cento sul prezzo dell’elettricità in bolletta e, inoltre, si prende in carico tutta la gestione delle attività di realizzazione.

Che cosa succederà nei prossimi 10 anni

I trend che caratterizzeranno il nuovo decennio sono ben riassunti nella relazione di Wood Mackenzie,gruppo globale di ricerca e consulenza in materia di energia. Si tratta, infatti, di una analisi molto precisa e puntale dell’evoluzione solare dagli ultimi dieci anni al futuro a medio termine. Questo documento evidenzia così sei diverse tendenze per il mercato globale a partire quella inerente i prezzi del fotovoltaico 2020. 

Dal solar plus al 5G, ecco cosa accadrà

In sintesi, ciò che farà la differenza nel prossimo decennio saranno le applicazioni “solar plus”, ossia impianti solari strettamente integrati con, per esempio, soluzioni di accumulo, mobilità elettrica o edilizia intelligente. Dato che i prezzi del fotovoltaico e delle batterie stanno continuando a calare, Wood Mackenzie afferma che probabilmente la maggior parte dei servizi pubblici si rivolgerà a questa formula nelle nuove gare per aumentare la capacità di dispacciamento sulle proprie reti.

L’innovazione 4.0 porterà grandi cambiamenti

Altra tendenza da tenere d’occhio, il repowering (o ripotenziamento) degli impianti solari. Questo mercato, spiegano gli analisti, decollerà negli anni ’20. Infine, il documento evidenzia come l’innovazione 4.0 abbia contagiato anche l’industria fotovoltaica e le prime conseguenze di ciò si assisteranno proprio in questo decennio. Con la combinazione della tecnologia 5G, l’internet delle cose e l’intelligenza artificiale, i moduli solari saranno prodotti in fabbriche intelligenti, spiega Wood Mackenzie. Ciò significa che questi futuristici impianti saranno altamente automatizzati e significativamente più efficienti e produttivi rispetto alle strutture di oggi. 

Scopri Sunprime (vai al sito)

Condividi il post

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email

Altri articoli dal blog

Surge SRL Sede Operativa: c/o Gruppo Angeli, Via G. Zanella, 12 Calenzano (FI) 50041 – Italy
Sede Legale: Via Gradoni Ospedale Civile 11, Catanzaro (CZ) 88100, Italy

Privacy Policy
Cookie Policy
Sunprime_logo